Barilla lancia la pasta glutenfree in Usa (e Italia)

Dal prossimo autunno, Barilla lancia per il canale foodservice negli Stati Uniti una linea di pasta gluten free (quattro referenze: spaghetti, penne, rotini, elbows, un formato caratteristico del mercato americano), che verrà in tempi brevi proposta anche in Italia ed Europa (comunque entro fine anno). La nuova linea è stata presentata in anteprima a maggio a Chicago al Nra Show, la maggior rassegna Usa per il canale horeca.
La domanda di prodotti senza glutine è in continuo aumento negli States, a cominciare proprio dalla ristorazione. Secondo alcune stime degli operatori del settore, nel 2012 in 200 milioni di consumazioni in ristoranti e locali sono stati ordinati appositamente prodotti gluten free o senza grano, più del doppio rispetto a quattro anni fa. La nuova pasta gluten free ha superato i focus test e gli ‘esami’ organolettici dei consumatori americani e viene prodotta con un blend ‘brevettato’ da Barilla, composto da mais giallo e bianco e da riso e dello stesso colore e consistenza della pasta di grano duro.
Secondo quanto anticipato da Paolo Barilla, vicepresidente del gruppo, al lancio della pasta anche in Italia ed Europa, farà seguito anche l’ingresso nella categoria dei biscotti.

Related Posts
  • Pingback: Barilla lancia la pasta glutenfree in Usa (e It...

  • Pingback: Barilla lancia la pasta glutenfree in Usa (e Italia) | sonoceliaco.com

  • Gianni

    Finalmente anche i colossi della pasta iniziano a interessarsi a questo “problema”, con la speranza che i costi siano contenuti perchè i prodotti senza glutine costano un bel pò. C’ è chi ne approfitta per questi prodotti.

    • Tiziana

      Era l’ora che si muovessero anche i big della grande industria! Dopo qualche timido tentativo di Galbusera con i biscotti e plumcake (peraltro ottimi), finalmente si muovono i colossi! Pasta e prodotti da forno in genere non sono facili da ottenere con farine gluten-free ma spero che con l’esperienza Barilla riescano a creare una linea di prodotti buoni, anzi ottimi ma più che altro a prezzi contenuti. E’ impensabile pagare 5.50 euro per 500 grammi di spaghetti di una nota ditta gf! Con l’ingresso di marchi famosi e quindi di una grande distribuzione, i prezzi dovrebbero calare significatamente e finalmente anche fare la spesa per i celiaci e intolleranti sarà più semplice e meno oneroso.

  • Pingback: Barilla lancia la pasta glutenfree in Usa (e It...