Number 1, la sfida della flessibilità

Per un operatore logistico è indispensabile adeguarsi rapidamente alle richieste delle aziende committenti. E gestire in modalità digitale tutte le fasi del processo di consegna

L’evoluzione tecnologica ha trasformato – ma forse sarebbe più corretto dire appesantito – il “carico” degli operatori logistici, che oggi non gestiscono più solo merci, ma anche informazioni che devono correre lungo tutta la supply chain. Nel corso del Food Match 2017 a testimoniare il cambiamento in atto in questa funzione centrale per l’attività industriale e distributiva è stato Alessandro Campana, Ict&Organization Director di Number 1.

SOLUZIONI PER UN SERVIZIO EFFICIENTE – Number 1 gestisce e copre tutto il percorso che va dal magazzino di stabilimento fino al singolo punto vendita al dettaglio, passando dalla grande distribuzione organizzata e da qualunque altra forma di gestione e distribuzione del prodotto che le nostre aziende committenti prevedono. Lavoriamo nel settore del fast moving e quindi tutte le nostre consegne hanno un ciclo di vita che va dalle 24 alle 72 ore. Il nostro compito è prendere in carico il prodotto insieme a una serie di informazioni fondamentali e sempre più a ciclo di vita breve per le aziende committenti e per i loro clienti. Quindi dobbiamo dare delle risposte attraverso soluzioni che garantiscano una gestione il più possibile digitale di tutti i processi, in modo tale che tutte le informazioni che vengono generate in ogni fase della nostra attività possano essere facilmente trasmesse ai due estremi di questa catena.

UNA PIATTAFORMA PER INTERAGIRE CON IL CLIENTE – Per rispondere a questa sfida, tecnologica e di flessibilità operativa, c’è una sola strada: gli investimenti. Tra i progetti avviati da Number 1 c’è il C3 Customer Contact Center. Si tratta di una piattaforma per interagire con il cliente in maniera sempre più rapida ed efficace – ha spiegato Campana –. Le aziende committenti sono in grado di vedere come il loro ordine evolve all’interno della nostra catena e possono fare delle richieste, per esempio di informazioni o di variazione dei mandati logistici, e poi monitorare come queste richieste vengono messe in atto. Al termine del processo hanno a disposizione tutte le informazioni sull’esito della consegna, con anche l’immagine dei documenti di trasporto. Tutto questo attraverso un unico punto di accesso, che progressivamente accoglierà le nuove funzioni che metteremo a disposizione.

Articoli Correlati