ACQUISIZIONI

Ferrero acquista il cioccolato Usa Fannie May

La società italiana amplia la sua presenza negli Usa con un marchio premium storico del confectionary americano. Investiti 115 milioni di dollari

Turchia, Inghilterra, Belgio e poi il gran salto Oltreoceano. La rotta delle acquisizioni di Ferrero International ha portato la società negli Stati Uniti, definita da tempo la “priorità numero uno” da parte dell’attuale numero uno Giovanni Ferrero, erede designato a guidare la multinazionale del cioccolato di origine cuneese.

A FERRERO ANCHE IL SITO PRODUTTIVO IN OHIO – La società ha infatti annunciato di aver acquisito per 115 milioni di dollari (108 milioni di euro circa al cambio attuale) Fannie May Confections Brand, un produttore di cioccolato premium con attività che risalgono alla Chicago del 1920 e che è attualmente di proprietà (fino a quando non sarà perfezionato l’affare) di 1-800-Flowers.Com, retailer americano di fiori e cibo gourmet quotato al Nasdaq, molto esperto anche nelle vendite dirette e via Internet. L’azienda acquisita ha un fatturato di circa 90 milioni di dollari (85 milioni di euro circa), stando a quanto comunica essa stessa sulla propria pagina Linkedin. L’acquisizione comprende lo stabilimento produttivo in Ohio e i centri di distribuzione in Ohio e Illinois, oltre ai marchi Fannie May e Harry London, quest’ultimo specializzato nella pralineria. Una volta perfezionato l’accordo, ha fatto sapere Ferrero, Fannie May continuerà ad operare come entità e marchio autonomi all’interno del Gruppo Ferrero e se necessario con il supporto della Ferrero Usa.

USA: MERCATO DI GRANDE POTENZIALE PER FERRERO – Fannie May – ha commentato Giovanni Ferrero, amministratore delegato dell’omonima società – ha un vissuto strategico e culturale molto coerente con noi e siamo lieti che le sue persone di valore, il suo marchio premium e i suoi prodotti di qualità entrino a far parte del nostro gruppo. Gli Stati Uniti rappresentano un importante mercato con un grande potenziale di crescita per Ferrero e siamo entusiasti dell’opportunità di poter supportare lo sviluppo di una grande marca americana, mentre accresciamo la nostra presenza in questo mercato. Ferrero Usa attualmente impiega circa 225 dipendenti suddivisi tra la sede di Parsipanny (New Jersey) e le strutture di assemblaggio e packaging a Somerset (New Jersey), a cui si aggiungono circa 500 lavoratori stagionali. La società italiana è accreditata attualmente di un 2,3% di quota di mercato nel confectionary negli Usa, secondo i dati di Euromonitor International, che crescerà dopo quest’acquisizione anche grazie alle sinergie di vendita tra le due gamme di prodotti, ma che resta distante ancora dai primi della classe su quel mercato, ossia Hershey e Mars che hanno il 60% del mercato sommando le due quote.

LA NUTELLA SARA’ VENDUTA ONLINE NEGLI USA – Siamo molto entusiasti di lavorare con Ferrero International, una delle più grandi e rispettate aziende dolciarie al mondo – ha commentato Chris McCann, amministratore delegato di 1-800-Flowers.Com. Questa operazione rafforzerà ulteriormente il nostro bilancio, permettendoci di continuare a offrire le iconiche Fannie May e Harry Londra in tutto il nostro e-commerce e canali all’ingrosso, ampliando la nostra offerta di prodotti per includere alcuni dei marchi cioccolato confetteria di fama mondiale di Ferrero, tra cui Nutella, Ferrero Rocher e Raffaello. Fondata nel 1946, Ferrero è la terza azienda al mondo nel mercato del cioccolato confezionato, con un fatturato consolidato di più di 10 miliardi, una distribuzione attiva in 160 Paesi e più di 30.000 dipendenti in 53 Paesi.