RETAIL

Cir Food, tutti i progetti per il 2018

Nel 2018 ricavi previsti a 684 milioni, con investimenti per 41 milioni. Obiettivo: continuare a crescere in tutte le aree di business. Nel 2017 ha servito oltre 100 milioni di pasti

La reggiana Cir Food è uno dei più importanti gruppi della ristorazione collettiva e commerciale italiana che sta sviluppando, anche all’estero (è presente anche in Olanda e Belgio), nuovi format di locali con propri marchi come Rita, Tracce, Chiccotosto, Viavai, Let’s Toast, e Aromatica. È anche in partnership con Gruppo Feltrinelli per la gestione e lo sviluppo della ristorazione nelle librerie RED – Read Eat Dream e Antica Focacceria San Francesco. Con 112 locali gestiti e 10 in apertura, nel 2018 i ricavi attesi da Cir Food dalla ristorazione commerciale sono stimati in 100 milioni di euro. Complessivamente il gruppo prevede ricavi di 684 milioni di euro (+4,5%) e investimenti di 41 milioni di euro, 20 dei quali destinati alla ristorazione collettiva e 14,5 milioni nella commerciale.

Risultati e obiettivi

Nel 2018 vogliamo proseguire nel percorso di evoluzione e crescita intrapreso – ha dichiarato la presidente Chiara Nasirimanendo sempre fedeli a quei valori che costituiscono l’identità di Cir Food e continuando a promuovere un servizio, rispettoso dell’ambiente, che sappia offrire una cucina di qualità a prezzi accessibili. Preparare oltre 100 milioni di pasti all’anno, infatti, ci mette nelle condizioni di avere un osservatorio permanente delle dinamiche, delle tendenze e delle richieste del mercato, di poterle elaborare ed avere quindi la capacità di proporre soluzioni che rispondono in modo efficace e innovativo alle esigenze dei nostri clienti. Nel 2018 il gruppo prevede un totale di 106 milioni di pasti, grazie a 13.500 dipendenti, di cui 6.935 soci, che rappresentano il patrimonio fondamentale dell’organizzazione, sulla cui crescita l’impresa continuerà ad investire potenziando gli strumenti di comunicazione interna e proseguendo i percorsi di formazione e aggiornamento.

Ristorazione a tutto campo

La ristorazione in scuole e università, dove Cir Food è leader di settore (fonte Edifis Intelligence), continuerà a ricoprire un ruolo centrale in Italia e Olanda. In questo segmento il fatturato complessivo atteso è di circa 250 milioni di euro. Nel 2018 l’obiettivo della ristorazione sociosanitaria sarà consolidare la leadership raggiunta negli ultimi anni, promuovendo un servizio che è parte integrante del percorso riabilitativo del paziente. Sul fronte della ristorazione aziendale, Cir Food prevede di investire 6 milioni di euro, impegnandosi nella promozione di progetti ad hoc per le aziende che concepiscono la ristorazione come componente essenziale del sistema di welfare offerto ai propri dipendenti. In entrambi i settori il fatturato previsto supera i 100 milioni di euro. Inoltre, a gennaio Cir Food ha dato vita a BluBe, la divisione welfare che propone un’ampia gamma di servizi innovativi e personalizzati, pensati per incentivare il benessere dei lavoratori: i flexible benefit BluFlex, i buoni regalo BluGift e i buoni pasto elettronici e cartacei a marchio BluEasy e BluTicket. Il fatturato complessivo atteso della divisione BluBe sarà di 77,4 milioni di euro.

Cos’è Cir Food

Con oltre 40 anni di storia Cir Food – Cooperativa Italiana di ristorazione è una delle maggiori imprese italiane attive nella ristorazione collettiva (scolastica, sociosanitaria, aziendale, per militari e per comunità), nella ristorazione commerciale, nel banqueting e nei servizi per il welfare alle imprese. È presente in 17 regioni italiane e 72 province della Penisola.

© Riproduzione Riservata