Dairy

Sabelli, vola l’export: +18% nel 2019

Aumenta il giro d’affari per il caseificio marchigiano. Il consuntivo del primo quadrimestre di quest’anno registra una crescita del 9% sul fatturato italiano

Sabelli si è affacciata al nuovo anno con ottimi risultati: alla chiusura del primo quadrimestre del 2019 si è registrato un incremento che ha interessato soprattutto l’export, con un +18%. In Italia la crescita si è attestata intorno al 9% in più rispetto al fatturato generato nello stesso periodo dell’anno precedente. Si tratta di un trend di crescita che si è via via consolidato negli ultimi anni. Sabelli Group, maggiore polo produttivo nel comparto delle mozzarelle a proprietà italiana, ha infatti concluso il 2018 con un fatturato di 150 milioni di euro (+7% rispetto al 2017).

I RICONOSCIMENTI PER SABELLI: IMPRESA E PRODOTTI

Proprio per queste performance, unite alla strategia e alla capacità organizzativa, qualche giorno fa lo storico caseificio di Ascoli Piceno ha ricevuto per il secondo anno consecutivo il riconoscimento ‘Best Managed Companies’, assegnato da Deloitte.

È stato riconfermato anche l’apprezzamento degli italiani per i prodotti del gruppo, che lo scorso marzo si sono aggiudicati il premio “Eletto Prodotto dell’anno 2019” nella categoria mozzarelle con e senza lattosio, un riconoscimento basato esclusivamente sul voto dei consumatori.

LE SCELTE INDUSTRIALI

Questi risultati arrivano a conclusione di una serie di scelte di sviluppo industriale che si stanno rivelando corrette – commenta Angelo Galeati, AD di Sabelli Group (nella foto) –. All’inizio di quest’anno abbiamo infatti inaugurato una nuova struttura organizzativa, che risponderà meglio alle esigenze dei clienti grazie a divisioni strategiche e operative dedicate alle rispettive aree di competenza. Sono nate quindi Sabelli Brands, Sabelli Industrial e Sabelli Retail, che si sono aggiunte alla già esistente Sabelli Distribuzione. La nostra direzione è chiara: offrire la qualità e la freschezza che ci contraddistingue fin dalle origini, insieme alla migliore efficienza, i controlli, e le garanzie di processi produttivi all’avanguardia” – conclude Galeati.

IL GRUPPO
Con 135.000 tonnellate di latte fresco lavorato all’anno, 4 siti produttivi, 8 piattaforme distributive e 500 dipendenti e collaboratori, Sabelli Group è una realtà consolidata nel mercato dei formaggi freschi di qualità e leader di mercato nei segmenti burrata e stracciatella. Fondata nel 1921 e trasferita ad Ascoli Piceno nel 1978, l’azienda ha acquisito nel 2016 la Trevisanalat di Castelfranco Veneto e la Ekolat in Slovenia, dando vita a uno dei più importanti poli italiani per la produzione di mozzarella. Nel 2018, il gruppo acquisisce il Caseificio Val d’Aveto, produttore di nicchia di yogurt colato e formaggi tradizionali nel segmento premium.
© Riproduzione Riservata