ACQUISIZIONI

Granarolo acquisice Pandea e il brand Groksì!

Il gruppo bolognese entra nel mercato del senza glutine acquisendo la società parmigiana. Comprato anche il 30% della società bresciana che ha sviluppato un innovativo snack

Doppia acquisizione per Granarolo, la più dinamica società italiana dell’agroalimentare per ciò che riguarda l’attività di merger & acquisition. Nel giro di pochi giorni sono finite nel paniere del gruppo bolognese la Pandea Dietetica di Parma, attiva anche nei prodotti senza glutine e già del gruppo Malgara, e la San Lucio, una società di San Gervasio Bresciano (Bs) nota per il marchio Groksì!. In precedenza la società aveva comprato l’aceto balsamico di Modena Giacobazzi e lanciato la strategia per diventare leader di mercato nel latte biologico.

PANDEA – La prima, com’è noto, era fallita a metà del 2016 dopo una lunga agonia finanziaria ed è stata rilevata dal gruppo bolognese in asta con un rilancio che ha superato i 4,15 milioni di euro già offerti dal concorrente The Breadstick Company. Nel 2015 ha fatturato 12,9 milioni di euro con un’ottantina di dipendenti e sarà assorbita all’interno della struttura produttiva di Granarolo. Che ne farà il proprio asset per il mondo del ‘senza glutine’, un segmento di mercato che cresce del 30% in Italia secondo i dati Nielsen citati dalla società acquirente. “L’operazione Pandea – dichiara Gianpiero Calzolari, presidente di Granarolo – rientra nel piano industriale volto a diversificare il portafoglio di prodotti rivolti a coloro che sono sempre più inclini a utilizzare prodotti alimentari funzionali al proprio benessere. I ‘senza’ (glutine, lattosio …) cresceranno in modo significativo nei prossimi anni, tutti i dati lo confermano, ci stiamo attrezzando per rispondere a un mercato in rapida evoluzione con prodotti di qualità e italiani, cercando al contempo di fare operazioni nel rispetto delle realtà esistenti e dei territori di riferimento”.

GROSKì! – La seconda, di cui Granarolo ha acquisito il 30%, ha sviluppato un innovativo snack di formaggio cotto al forno, naturalmente senza lattosio e senza glutine, ottenuto con un metodo brevettato che, permettendo di estrarre l’umidità presente nel formaggio, conferisce croccantezza ed esonera il formaggio da refrigerazione. “Granarolo ha scelto di acquisire una partecipazione in San Lucio – continua Calzolari – perché rappresenta un’eccellenza italiana da affiancare ai prodotti del gruppo che ha dimostrato di saper crescere innovando. Il brand Groksì! infatti, unisce la tradizione casearia con la modernità di uno snack unico e in grado di andare incontro alle nuove esigenze di mercato, che chiedono sempre di più prodotti dietetici e adatti alle intolleranze. Questa operazione è quindi in linea con l’acquisizione di Pandea, storica azienda italiana specializzata nella produzione di prodotti da forno con e senza glutine.”