Granarolo compra l’aceto balsamico Giacobazzi

La società bolognese arricchisce il suo portafoglio con un prodotto della tradizione che ha un ampio spazio commerciale all’estero

Nuovo investimento, vecchio schema. La marcia del gruppo Granarolo verso il target di 1,5 miliardi di euro di ricavi, da raggiungere anche grazie alle acquisizioni, prosegue senza sosta e arricchisce la società bolognese di una nuova merceologia, l’aceto balsamico di Modena. L’ultima compravendita – la dodicesima – riguarda, infatti, la Fattorie Giacobazzi, di cui la società guidata da Gianpiero Calzolari ha acquisito il 66% delle quote dall’omonima famiglia, diventandone l’azionista di riferimento. La famiglia proprietaria resterà nella compagine sociale con la restante quota del 34%, seguendo uno schema già ben collaudato da Granarolo per molte delle sue acquisizioni, come nel caso delle italiane Casearia Podda e Conbio, della neozelandese European Foods, della svedese Matric Italgross e della svizzera Comarsa, nelle quali la presenza degli azionisti storici è garanzia di continuità nella gestione.

GIACOBAZZI ESPORTA IL 90% DEL FATTURATO – Fondata nel 1988, Fattorie Giacobazzi è il quinto player italiano nell’aceto balsamico di Modena Igp, forte di 400 referenze ed una produzione annua pari a 6 milioni di bottiglie. L’azienda, secondo quanto riferisce Granarolo, ha registrato un fatturato nel 2015 superiore ai 15 milioni di euro di cui il 90% derivante dall’export, in particolare diretto verso il Regno Unito, gli Stati Uniti e il Nord Europa.

GRAN BRETAGNA E STATI UNITI I MERCATI CHIAVE – Nei primi due mercati la società acquisita opera con due filiali in loco, che entrano quindi nella disponibilità del gruppo. “Grazie all’attività sinergica con Giacobazzi US e UK, presenti all’interno di due mercati target di Granarolo – conferma Gianpiero Calzolari, presidente di Granarolo – puntiamo ad una crescita del business dell’aceto balsamico di Modena nei mercati americano e inglese nei prossimi anni e confidiamo di poter portare questo grande prodotto anche negli altri mercati in cui il Gruppo è presente. I prodotti di Fattorie Giacobazzi sono complementari a quelli del gruppo e altamente riconoscibili all’estero. Inoltre la società dà sempre più ampio spazio nella gamma prodotti di e produzioni biologiche e vegane”.

“OPPORTUNITA’ DI CRESCITA IN NUOVI MERCATI” – “L’incontro con Granarolo –dichiara Angelo Giacobazzi, Presidente di Fattorie Giacobazzi– rappresenta una opportunità per consentire alla nostra azienda di crescere ulteriormente, ampliando il proprio business in Italia, attraverso i canali Normal Trade e Horeca, e all’estero, con l’arrivo in nuovi mercati e Paesi.