Vino

Campari vende i vini Sella & Mosca e Teruzzi & Puthod per 62 milioni

Con la cessione alla bresciana Terra Moretti, partecipata da Simest, il colosso del beverage esce dal business dei vini fermi italiani

Campari ha annunciato di aver siglato un accordo per la vendita del 100% del capitale sociale di Azienda Vinicola Tenute Sella & Mosca S.p.A. (Sella & Mosca) e del 100% del capitale sociale di Teruzzi & Puthod S.r.l. (Teruzzi & Puthod) a Terra Moretti Distribuzione S.r.l., società partecipata da Terra Moretti S.p.A. e Simest S.p.A., e nella quale entrerà a far parte anche la N.U.O. Capital di Hong Kong. Il corrispettivo totale dell’operazione è pari a 62 milioni di euro in assenza di cassa o debito finanziario. Il prezzo sarà corrisposto per 57 milioni in contanti al closing e per la restante parte con un pagamento differito a 4 anni garantito da pegno sulle quote di Teruzzi & Puthod e fruttifero di interessi.

LA CESSIONE – Il business ceduto comprende il marchio Sella & Mosca, il marchio Teruzzi & Puthod, nonché i relativi vigneti, gli impianti per la vinificazione e la produzione, il magazzino e l’attivo immobiliare. Nel 2015 le due società hanno registrato vendite nette complessivamente pari a 21,4 milioni di euro e un margine di circa 3,2 milioni. Il corrispettivo dell’operazione è pari a un multiplo di circa 13,9 volte l’Ebitda pro-forma complessivo previsto per le due società nel 2016 (pari a circa € 4,4 milioni). Il closing dell’operazione è previsto entro la fine quest’anno.

USCITA DAL BUSINESS DEI VINI FERMI – Sella & Mosca, situata in Sardegna, è una delle più importanti realtà vitivinicole italiane, con una tenuta tra le più vaste in tutta Europa (ben 550 ettari vitati), specializzata nella coltivazione delle uve e nella vinificazione di vini fermi e spumanti, con una crescente presenza nel comparto dei vini di alta gamma tra cui i rossi Marchese di Villamarina, Tanca Farrà, Cannonau e Terre Rare, e i bianchi Monteoro e Vermentino di Gallura, Terre Bianche e Torbato. Teruzzi & Puthod rappresenta invece la più importante azienda del territorio di San Gimignano, in Toscana, e un marchio di grande prestigio nella Vernaccia di San Gimignano. La sua gamma include vini di alta gamma quali Terre di Tufi, Arcidiavolo, Peperino. Con la cessione di Sella & Mosca e Teruzzi & Puthod, che erano entrate a par parte del gruppo Campari rispettivamente nel 2002 e nel 2005, Campari perfeziona l’uscita dal business dei vini fermi italiani. L’impegno per la dismissione del portafoglio dei vini fermi italiani era iniziato nel 2015 con la vendita della cantina vinicola italiana Enrico Serafino S.r.l..

© Riproduzione Riservata