Salumi & Carni

USA: Assica scommette sull’export

Nonostante le minacce di dazi quello americano resta un mercato fondamentale, soprattutto grazie alla recente apertura ai prodotti a bassa stagionatura

L’export sta trainando il mercato delle carni e dei salumi Made in Italy, con una quota di esportazioni che ha ormai raggiunto gli 1,4 miliardi di euro. In questo quadro – nonostante le minacce di introdurre dazi da parte dell’amministrazione Trump – gli Stati Uniti sono uno dei Paesi che ci hanno dato maggiori soddisfazioni. Recentemente hanno aperto anche ai prodotti a bassa stagionatura – come coppa o pancetta – consentendo alle imprese del settore di esportare una gamma completa. A spiegarlo ai microfoni di Food è il presidente di Assica Nicola Levoni, in occasione del Summer Fancy Food Show 2017. Levoni illustra anche le prospettive del settore anche in altri Paesi esteri, a partire dall’estremo Oriente, auspicando per il futuro una sempre maggiore apertura dei mercati.

Guarda l’intervista completa: