Dairy

Lactalis compra lo yogurt Siggi’s

La multinazionale francese del latte punta a entrare nel mercato degli yogurt a basso contenuto di zuccheri grazie all’azienda newyorchese specializzata nella produzione di “skyr”. Lo yogurt in stile islandese è sempre più apprezzato dai consumatori americani

Lactalis, il gigante lattiero-caseario francese, ha annunciato l’intenzione di acquisire Siggi’s, produttore americano dello yogurt in stile islandese “skyr”, per un prezzo tuttora riservato. Siggi’s, il cui slogan è “ingredienti semplici, poco zucchero”, ha colto il cambiamento in atto nei gusti dei consumatori, sempre più attirati da un’alimentazione salutare. Secondo il sito web di Siggi’s, i suoi yogurt contengono almeno il 25% in meno di zucchero rispetto agli yogurt classici. Lactalis ha dichiarato: L’accordo amplia ulteriormente la nostra offerta nel mercato statunitense, grazie a questo marchio di yogurt unico e in rapida crescita.

Dall’Islanda a Manhattan

Dopo essersi trasferito a New York dall’Islanda Siggi Hilmarsson, il fondatore di Siggi’s, trovava lo yogurt americano troppo dolce e artificiale per i suoi gusti. Sentiva nostalgia per lo skyr, uno yogurt islandese preparato con un particolare mix di cagliata di latte. Sulla base di una ricetta inviatagli da sua madre, Siggi ha iniziato a produrre skyr e ha fondato la propria compagnia nel 2005 per venderlo negli Stati Uniti. I prodotti Siggi’s sono oggi disponibili nei punti vendita di Whole Foods, Publix, Target, Wegmans e Starbucks. Siggi’s continuerà a operare dalla sua sede di New York City e rimarrà una società indipendente sotto la guida di Hilmarsson, ha garantito Lactalis in un comunicato ufficiale. I nostri valori chiave – una clean label, ingredienti sani e meno zucchero – rimarranno invariati al 100%. I consumatori di tutto il mondo stanno attivamente cercando di ridurre lo zucchero nelle loro diete, quindi la nostra offerta ha una rilevanza globale ha dichiarato Hilmarsson.

Opportunità di crescita

L’acquisto da parte di Lactalis, la più grande azienda lattiero-casearia del mondo con un fatturato annuo di circa 17 miliardi di euro, garantirà a Siggi’s maggiori opportunità di crescita a partire dall’area ricerca & sviluppo. Siggi’s ha già raggiunto una popolarità diffusa, beneficiando della domanda del consumatore americano moderno per uno yogurt con ridotte quantità di zucchero. Lo skyr, venduto in accattivanti confezioni bianche e prodotto con latte proveniente da mucche allevate ad erba, contiene vera frutta ed è privo di zuccheri e conservanti artificiali. Anche per questo spicca sugli scaffali. La vendita di Siggi’s arriva sei mesi dopo l’acquisto da parte di Lactalis dello yogurt di Stonyfield per 875 milioni di dollari e segnala uno sforzo da parte della multinazionale per conquistare quote di mercato in questa categoria, uno dei segmenti alimentari in più rapida crescita tra i consumatori americani.

Il mercato USA degli yogurt

Il mercato dello yogurt negli Stati Uniti è stato valutato in 11,18 miliardi di dollari nel 2015 e, secondo le stime di Transparency Market Research, si prevede che raggiungerà i 14,59 miliardi entro il 2024. Lo skyr in particolare mostra performance da record con un +73%. Quest’anno, secondo CNBC per Siggi’s è prevista una crescita del 50% e vendite per circa 200 milioni di dollari. La leadership nel mercato degli yogurt negli Stati Uniti è in palio: le vendite di Yoplait di General Mills sono diminuite mentre Chobani e altri hanno guadagnato popolarità. I consumatori scelgono sempre più formule innovative ad alto contenuto proteico, con zuccheri ridotti e consistenza più densa. L’aumento delle vendite dei prodotti Siggi’s tradizionali e liquidi potrebbe quindi rappresentare un altro formidabile concorrente nello scaffale dello yogurt per General Mills, che al momento sta lavorando per riformulare i suoi marchi ed allinearsi con i gusti dei consumatori.

© Riproduzione Riservata