RETAIL

Conad Centro Nord, la crescita continua

Il 2018 si è chiuso con un fatturato di 1,33 miliardi di euro e un patrimonio netto di 266,1 milioni. In programma investimenti per 28 milioni di euro entro il 2019

Il 2018 di Conad Centro Nord si chiude con il segno più. La cooperativa è cresciuta del 2,1%, con un fatturato della rete vendita di 1,33 miliardi nelle aree di pertinenza (Lombardia e le province dell’Emilia-Romagna occidentale Piacenza, Parma e Reggio Emilia) sviluppato grazie a 236 negozi (37 Conad Superstore, 100 Conad, 47 Conad City, 43 Margherita Conad, 5 Sapori&Dintorni, 4 Pet Store). L’utile netto consolidato è stato di 17,8 milioni di euro.

Un momento dell’Assemblea di Bilancio 2018

Numeri che acquistano ulteriore valore considerando sia la flessione generale della Gdo (-1%) sia quella dell’area Nord Ovest della penisola: -1,2% in Lombardia, Piemonte e Liguria e -0,3% in Emilia-Romagna, Veneto, Trentino-Alto Adige e Friuli-Venezia Giulia (fonte: Nielsen). Come ha sottolineato il neo Amministratore Delegato di Conad Centro Nord Ivano Ferrarini durante l’Assemblea di Bilancio 2018: “I dati sono più che positivi, anche alla luce dell’andamento generale della grande distribuzione e di un contesto economico complessivo connotato da una forte e diffusa contrazione dei consumi, anche in campo alimentare”. 

PROSPETTIVE DI SVILUPPO

La solidità economica del gruppo, con un patrimonio netto consolidato di 266,1 milioni di euro, garantisce dunque la piena attuazione del piano di sviluppo 2019 per circa 28 milioni di euro di investimentidestinati a 5 nuove aperture in Lombardia e in Emilia-Romagna (con oltre 100 nuove assunzioni) e circa 8 milioni di euro per 9 ristrutturazioni. La quota di mercato nelle aree di pertinenza si è attestata al 5,9% (+0,2% il trend). E in tema di riduzione di consumi, dunque di iniziative per favorirne la ripresa, Ferrarini ha aggiunto: “Cerchiamo di dare risposte legate a una qualità sempre conveniente grazie anche al nostro modello imprenditoriale che vede il socio imprenditore presente nel punto di vendita, sempre disponibile ad ascoltare il cliente, a consigliare, a fare sviluppo per la propria attività e dunque per l’intero sistema Conad”. All’atto pratico la cooperativa sviluppa una serie di iniziative di convenienza, a partire da Bassi&Fissi, a cui si affiancano 27 iniziative promozionali (17,1% delle vendite complessive) con uno sconto medio del 25-30%, i vantaggi dei buoni sconto (1,26 milioni con un valore nominale di 10 euro) e quelli collegati all’utilizzo delle oltre 812mila carta fedeltà attive. Intanto la private label si rivela ancora determinante: il trend delle vendite è in costante crescita da anni e nei punti di vendita di Conad Centro Nord ha raggiunto una quota di mercato nel LCC del 29,7% (+0,7% il trend).

A sinistra il neo AD Ivano Ferratini, a destra il Presidente Marzio Ferrari

L’IMPEGNO SUL TERRITORIO DI CONAD CENTRO NORD

Conad Centro Nord non è solo business, anche l’impegno sociale è stato rilevante nel 2018: sono stati riservati 1,6 milioni di euro euro a sostegno della cultura, dello sport e in ambito sociale attraverso iniziative, erogazioni e attività di charity legate ai punti fedeltà, alle raccolte di fondi e alimentari. “Siamo soddisfatti dei risultati conseguiti – ha commentato il Presidente Marzio Ferrari–, sempre pronti, tuttavia, a rilanciare ragionando in modo realistico sugli ostacoli che ci troviamo di fronte, individuando ambiti di sviluppo e anticipando possibili soluzioni per rafforzare la competitività e l’efficienza delle imprese dei nostri soci e della cooperativa”. 

© Riproduzione Riservata