EVENTI

SANA 2019, in mostra la rivoluzione bio

A Bologna gli ‘Stati Generali’ del biologico il 5 e il 6 settembre. Layout in espansione per accogliere tutte le richieste di adesione ad una manifestazione sempre più internazionale: 1.000 espositori, 6 padiglioni, 60.000 metri quadrati di area espositiva

La 31esima edizione di SANA, Salone internazionale del biologico, si terrà a Bologna dal 6 al 9 settembre prossimi. Organizzato da BolognaFiere, in collaborazione con Assobio e FederBio, e con il supporto di ICE, SANA è la destinazione per il business collegato al mondo del bio. Nonché la piattaforma di confronto culturale sui temi a esso collegato, e il luogo in cui incontrare operatori provenienti da tutto il mondo.

I NUMERI DI SANA 2019

A meno di due mesi dall’apertura, le adesioni sono tali – oggi circa mille le aziende espositrici – da richiedere un padiglione aggiuntivo rispetto a quelli inizialmente previsti, per un totale di sei (21, 25, 26, 28, 29 e 30) e di 60mila metri quadrati di esposizione, nei settori:

  • FOOD, che avrà per protagoniste le più importanti aziende del settore alimentazione biologica italiana e internazionale (padiglioni 28, 29 e 30);
  • CARE&BEAUTY, lo spazio dedicato ai produttori di cosmetici biologici e naturali, prodotti per la cura del corpo, integratori alimentari, prodotti/servizi naturali per la cura della persona (padiglioni 25 e 26);
  • GREEN LIFESTYLE, che proporrà, infine, tecnologie, prodotti e soluzioni ecocompatibili, per uno stile di vita sano e responsabile.
SANA

CONVEGNI, WORKSHOP E SEMINARI: IL CONFRONTO SUL BIO

L’offerta espositiva di SANA si completerà con un ricco programma di convegni, workshop e seminari e un importante azione di incoming di delegazioni commerciali estere in arrivo da 30 Paesi. L’anno scorso sono stati più di 2.000 gli incontri programmati tra le aziende espositrici e i buyer internazionali.

Confermata, anche nel 2019, la presentazione dell’Osservatorio SANA (a cura di Nomisma): in programma nel pomeriggio di venerdì 6 settembre, il focus di questa edizione è dedicato al posizionamento competitivo del bio Made in Italy sui mercati esteri, con un approfondimento sui mercati russo e giapponese, grazie alla partecipazione di Giuseppe Russo, direttore dell’Ufficio ICE di Mosca, e di Antonella Marucci, vicedirettore dell’ufficio ICE di Tokyo. A questo si aggiunge la presentazione dei numeri chiave del settore biologico in Italia e dei risultati dell’indagine sul consumatore italiano, che come ogni anno propone una mappatura dei nuovi trend di consumo sul mercato interno.

A BOLOGNA GLI STATI GENERALI DEL BIOLOGICO

Lo svolgimento degli ‘Stati Generali del bio’ parallelamente a SANA 2019 darà vita a un momento di massima visibilità per il biologico, ribadendo la manifestazione quale accreditata sede in cui, ogni anno, le associazioni e le istituzioni di competenza, gli esperti, gli operatori e le aziende del settore si danno appuntamento per confrontarsi sugli ambiti di maggior importanza per la tutela dell’ambiente e la sua salvaguardia.

SANA

SANA NOVITÀ: UN’ANTEPRIMA SUL COMPARTO

Nuovi prodotti, packaging rivisitati, restyling di linee esistenti, modifiche negli ingredienti e nelle formulazioni: così la mostra SANA Novità presenta a media e operatori di settore le più recenti proposte lanciate sul mercato dalle aziende espositrici. Allestita al Centro Servizi, SANA Novità – che nel 2018 ha visto oltre 950 referenze in esposizione – è la migliore sintesi dell’offerta di manifestazione: un concentrato di innovazione che dà con immediatezza la misura della ricchezza e della varietà dei prodotti e dei servizi presentati a Bologna.

FEDERBIO RAFFORZA LA PARTNERSHIP CON IL SALONE DEL BIOLOGICO

La 31a edizione di SANA rappresenta per FederBio un momento importante di confronto su un settore che negli ultimi sette anni ha fatto registrare un incremento del 71%, impiegando oltre 75mila imprese e occupando il 15,4% della superficie nazionale per circa 1,9 milioni di ettari.

Il legame con SANA rappresenta un punto fermo per FederBio che si rafforza costantemente. Si tratta di una delle manifestazioni sul biologico più importanti a livello internazionale che mette in evidenza la crescita costante del settore e rappresenta un momento d’incontro e confronto fondamentale. È necessario quindi fare il punto per attrezzarci con tutto ciò che serve ad affrontare al meglio questa fase di consolidamento del settore”, ha dichiarato Maria Grazia Mammuccini, presidente di FederBio.

© Riproduzione Riservata