RETAIL

Usa, i top trend alimentari del 2020

Dal tè alcolico fino agli integratori al collagene, passando per la conferma del biologico e dei prodotti plant based. Le tendenze che si faranno largo nel prossimo anno secondo UF/IFAS e FreshDirect

Dopo le previsioni dei buyer di Whole Foods Market, come ormai da tradizione arrivano anche le anticipazioni sui nuovi trend alimentari del 2020 realizzate dagli esperti dell’Institute of Food and Agricultural Sciences, Università della California. Secondo ricercatori e accademici statunitensi, durante il prossimo anno continueranno a farsi largo i kit pasto, all’interno di un mercato già cresciuto in modo esponenziale attraverso start-up come Blue Apron, Home Chef ed Hello Fresh. Nel 2020, tuttavia, questi prodotti saranno protagonisti anche nella distribuzione tradizionale, più di quanto accadrà con i servizi di consegna a domicilio in abbonamento. Tra le tendenze attese più originali, invece, spicca il tè alcolico, preparato per esempio con il malto o con il luppolo. E inoltre quella delle bevande e degli integratori contenenti collagene, proteina comunemente utilizzata nei cosmetici con proprietà anti-invecchiamento.

IL BIO NON FRENA LA CORSA

Confermerà poi la sua corsa il mercato del biologico, che negli Stati Uniti ha raddoppiato le vendite durante gli ultimi cinque anni, arrivando a pesare per il 5,5% nel market share a valore. Nel contempo, gli effetti dei cambiamenti climatici e degli eventi meteorologici estremi si faranno inevitabilmente sentire sui prezzi.

LE PREVISIONI DI FRESHDIRECT

Anche il team di specialisti di FreshDirect, principale player del nord-est nell’e-commerce di alimenti freschi, ha da poco pubblicato il suo elenco di trend pronti a emergere nel 2020. Tra queste, oltre all’agricoltura rigenerativa e agli snack on-the-go, spicca l’attesa ribalta del vino biologico, naturale e biodinamico. Una tendenza che potrebbe certamente favorire anche le etichette italiane.

CIBI PLANT BASED SEMPRE PIÙ PROTAGONISTI

Secondo FreshDirect, comunque, il top trend del prossimo anno è rappresentato dal food plant based, destinato a evolversi ed espandersi in più categorie. Se quindi il cavolfiore rimarrà un sostituto del glutine, l’avena guadagnerà posizioni come alternativa al latte da aggiungere nel caffè del mattino.

© Riproduzione Riservata