Il Winter Fancy Food Show si sposta a Las Vegas

Il cambio di location dalla California al Nevada, a partire dall’edizione 2022, è una sfida e un’opportunità per le aziende italiane che intendono espandersi nella West Coast
Il Winter Fancy Food Show si sposta a Las Vegas

Da San Francisco a Las Vegas per intercettare nuove occasioni di business nel mercato americano. La Specialty Food Association (SFA) ha scelto di organizzare il Winter Fancy Food Show a Las Vegas dal 6 all’8 febbraio 2022. Perché Las Vegas? “Sono molteplici le ragioni per questo cambio di location, in primis i costi che le imprese dovranno sostenere per partecipare e l’efficiente capacità organizzativa di questa città, sia nel settore business sia nell’entertainment” – spiega Donato Cinelli, Ceo di Universal Marketing. “Las Vegas offre opzioni più convenienti rispetto ad altre città per i nostri espositori e visitatori. Il Centro Congressi si trova a pochi chilometri anche dall’aeroporto, e per i buyers più impegnati la scelta di visitare la manifestazione può ridursi così anche ad un solo giorno”.

Al Winter Fancy Food è prevista la partecipazione di circa 70 aziende italiane in un padiglione che occuperà un’area espositiva di 750 metri quadri. Si tratta di produttori di alto profilo, e quindi anche la vetrina di prodotti tipici italiani sarà di tutto rispetto. All’interno del padiglione italiano le aziende organizzeranno attività di show cooking nei propri stand, e anche nella lounge italiana verranno realizzate degustazioni continue con un cuoco che farà delle dimostrazioni di ricette tipiche secondo un programma giornaliero.

Anche dopo la pandemia – continua Cinelliil Fancy Food, sia nella versione Winter che Summer, continua a rappresentare un appuntamento imprescindibile per le aziende italiane, e di questo siamo molto contenti. Da oltre trent’anni siamo convinti delle grandi potenzialità di questo show, per il quale abbiamo investito tante risorse. Registrare un numero di adesioni cosi importanti, in momenti ancora di grande incertezza, è la migliore risposta alla nostra visione. Le fiere sono un luogo sicuro per svolgere attività di business, e hanno studiato e messo in campo tutte le migliori procedure di controllo e di sicurezza per evitare possibilità di contagio. Anche per trasformare queste giornate in momenti di business senza preoccupazioni legate alla pandemia, purtroppo ancora in corso”.

I PROSSIMI EVENTI

Tra gli eventi fieristici in cantiere, Universal Marketing sarà presente alla prima edizione di SIAL America, organizzata dal gruppo SIAL e prevista al Las Vegas Convention Center dal 22 al 24 marzo 2022. Essa si svolgerà in contemporanea con International Pizza Expo e Artisan Bakery Expo. Confermata inoltre l’adesione a IDDBA – manifestazione itinerante specializzata nei settori deli, dairy e bakery rivolta al gotha della distribuzione americana – che l’anno prossimo si terrà dal 5 al 7 giugno nella città di Atlanta. Come di consueto, l’associazione contribuirà a organizzare il Summer Fancy Food, a New York dal 12 al 14 giugno 2022.

LE OPPORTUNITÀ DEL MERCATO USA

Secondo Cinelli presenziare alle fiere negli Stati Uniti è tuttora una leva strategica per l’internazionalizzazione delle aziende italiane: “Gli Stati Uniti sono il primo importatore di prodotti italiani al di fuori della UE e sono da anni un mercato di primaria importanza per le esportazioni di F&B provenienti dall’Italia. In passato i dazi doganali costituivano un problema notevole per gli esportatori, ma oggi le imprese possono trarre vantaggio dal loro congelamento e approfittare di questo momento per conquistare quote di mercato. Gli Stati Uniti – prosegue Cinellisono un mercato grande, complesso e fortemente competitivo, ma anche molto diverso da altri mercati internazionali. Per alcuni prodotti o comparti merceologici, l’Italia ha una leadership incontrastata rispetto ad altri paesi concorrenti, ma non tutte le regioni americane sono coperte dalle nostre esportazioni, e molti territori sono ancora nuovi e possibile oggetto di future ed interessanti conquiste”.

I prodotti italiani – conferma Antonino La Spina, direttore dell’ICE -Agenzia di New Yorksi vendono benissimo, nonostante le difficoltà contingenti nel rifornire gli ordini, e ci aspettiamo che il consumatore americano continui a ricercare prodotti italiani autentici. Siamo entusiasti della nuova location per l’edizione Winter Fancy Food. Las Vegas è un centro esperto nell’organizzazione di eventi fieristici, la città stessa è praticamente un evento continuo per la sua natura, e la raffinatezza agroalimentare non manca. Consideriamo la mossa molto positiva per i produttori italiani, che avranno l’opportunità di mostrare le loro eccellenze in un’area del Paese a vocazione fortemente turistica, con gusti esigenti e potere di spesa”.

© Riproduzione Riservata