Condimenti

Zucchi confermato alla presidenza di Assitol

Rinnovo delle cariche all’insegna della continuità. Oltre agli oli alimentari, l’Associazione degli industriali punta sulle agroenergie e sulla capacità del comparto di creare valore all’interno dell’agroalimentare italiano

Giovanni Zucchi è stato riconfermato ai vertici di ASSITOL, l’Associazione Italiana dell’industria olearia. L’assemblea generale, tenutasi il 28 giugno a Roma nella sede nazionale, lo ha rieletto alla presidenza a grande maggioranza. Una scelta di continuità che ha caratterizzato anche le nomine dei responsabili dei Gruppi, con la riconferma dei presidenti uscenti.

RINNOVI ALL’INSEGNA DELLA CONTINUITA’ – Nella parte oli, il Gruppo oliva ha rinnovato la fiducia ad Angelo Cremonini (Olitalia), il sansa ha confermato Michele Martucci (Saio), mentre Enrico Zavaglia (Cereal Docks) presiederà per altri due anni il Gruppo semi. Anche gli oli tecnici ed i condimenti spalmabili sono nel segno della continuità, rispettivamente con Marcello Del Ferraro (Ital Green Oil) e Giuseppe Allocca (Vallèe). Infine, Palmino Poli è stato riconfermato presidente del Gruppo semilavorati della panificazione e pasticceria, come pure Thomas Lesaffre (Lesaffre Italia) ai  vertici del Gruppo Lieviti da zucchero. Arrivano alla vicepresidenza dell’Associazione Mario Rocchi (Oleificio Rocchi), Giovanni Sacripante (Deoleo), Alessandro Vitiello (BUNGE), mentre si conferma Carlo Tampieri (Tampieri). Leonardo Colavita, storico presidente di ASSITOL, entra nel Direttivo come Past President, insieme a Stefano Rinaldi (Salov) e Valentina Sabatini (Costa d’Oro).

DIREZIONE GENERALE, ARRIVA CARRASSI – Cambia invece la direzione generale, che passa dopo dieci anni da Claudio Ranzani ad Andrea Carrassi. Laureato in Giurisprudenza, 37 anni, romano, buona parte della sua carriera si è svolta in ASSITOL. Ranzani continuerà però a collaborare con l’associazione, nel ruolo di Delegato alla Presidenza. “Ho conosciuto poche persone capaci di dedicarsi all’Associazione con la stessa capacità ed abnegazione di Claudio Ranzani – ha commentato il presidente Zucchi – lo ringraziamo per quanto ha fatto e per l’aiuto che ci saprà dare anche in futuro”.