Freddo

L’impegno di Findus per la sostenibilità

La certificazione MSC è solo l’ultimo dei traguardi raggiunti dall’azienda in tema ambientale e nell’ottimizzazione delle risorse alimentari.

Findus conosce bene l’importanza di coniugare la qualità dei suoi prodotti con un modello di lavoro sempre più eco-sostenibile, capace di rassicurare consumatori e clienti sull’intera filiera produttiva di pesce e vegetali. É nel segno di questi propositi che si configura l’impegno di Findus per la sostenibilità. Si tratta di un percorso che parte da lontano, recentemente caratterizzato da alcune svolte decisive, come il programma di responsabilità sociale “Forever Food Together” (avviato già tre anni fa), costruito attorno a tre obiettivi: l’ottimizzazione delle risorse alimentari sfruttando la conservazione delle proprietà nutritive garantite dalla catena del freddo, in un’ottica di lotta allo spreco; la volontà di aiutare i consumatori a compiere scelte alimentari sempre più corrette; il continuo sforzo per garantire che i prodotti Findus siano approvvigionati e preparati in maniera responsabile.

La qualità e la consapevolezza di Findus

Pensiamo che il ruolo di marchi leader come Findus – spiega Renato Roca, direttore marketingsia anche quello di farsi interprete e portabandiera di esigenze sociali e condivise, che aiutino a innalzare il livello qualitativo delle produzioni e la consapevolezza dei consumatori. Il culmine di questo cammino è stato il riconoscimento, sancito a marzo, del marchio blu di pesca sostenibile e certificata, rilasciato da Marine Steward Council (MSC): la più importante organizzazione mondiale in tema di pesca sostenibile. Il marchio blu MSC sui prodotti Findus arriva anche grazie alla certificazione dello stabilimento di Cisterna di Latina, dove vengono prodotti i mitici Bastoncini di Capitan Findus. Findus è stata la prima grande azienda di marca in Italia a ricevere sui propri prodotti di pesce tale attestazione indipendente. La certificazione MSC si basa su tre principi: la pesca deve lasciare in mare abbastanza pesci da permettere loro di riprodursi; deve essere effettuata in modo da minimizzare l’impatto ambientale, consentendo a flora e fauna marina di prosperare; infine, deve essere gestita dalle aziende rispettando tutte le leggi nazionali e internazionali vigenti in materia. Entro l’anno – continua Roca – ben 27 nostri prodotti, che generano l’80% dei volumi totali del pesce pescato Findus, riporteranno il logo MSC su ogni confezione. Stiamo lavorando per ampliare le referenze certificate, con l’obiettivo di giungere presto al 100%. Così facendo, daremo continuità e consistenza al nostro impegno per la sostenibilità della pesca.

Prodotti Responsabili

Già dalla fine di marzo, Findus ha introdotto sul mercato italiano le nuove confezioni con il marchio blu di pesca sostenibile e certificata MSC, che permette al consumatore di orientarsi al meglio nelle scelte di acquisto, sempre più responsabili. Sugli stessi prodotti, al marchio blu MSC, si affianca il messaggio “Insieme per il Futuro degli Oceani”, un invito affinché ognuno faccia la propria parte per l’ambiente. Le referenze coinvolte sono quelle della gamma Findus (Fiori di Merluzzo e Fiori di Nasello) e Capitan Findus (Bastoncini di Merluzzzo, Croccole, Fish Burger e tanti altri). E a partire da ottobre, anche i Gratinati Findus avranno il marchio blu MSC. Findus, come azienda leader di mercato, si è impegnata anche nel raccontare al consumatore cosa rappresenta la certificazione MSC e lo ha fatto attraverso un ampio piano di comunicazione che va dalla TV alle attività sui punti vendita. A partire da Maggio sono stati lanciati due nuovi spot, uno sul pesce naturale e uno sui Bastoncini di Capitan Findus. Sempre a maggio Findus ha attivato insieme a MSC una campagna digital coinvolgendo influencer, dipendenti e consumatori, con l’obiettivo di sensibilizzare verso un comportamento di acquisto sostenibile. Infine numerose attività in-store e a volantino sono state programmate da giugno fino a settembre.

Traguardi e obiettivi sostenibili

I prodotti che rispettano gli standard dettati da MSC ricevono un marchio blu che certifica la loro sostenibilità. Tutte le referenze con il marchio blu sono tracciabili e riconducibili a un approvvigionamento sostenibile dal mare al piatto. La certificazione, quindi, conferma un impegno sostenibile, nel rispetto dei rigidi standard MSC. “Insieme per il futuro degli oceani” è la frase che campeggia sulle confezioni Findus, accanto al logo MSC: la salvaguardia dell’ambiente passa anche dalla consapevolezza dei consumatori. L’80% del pesce pescato Findus ha il marchio MSC: questo implica una selezione dei fornitori e l’esclusione di alcune aree di pesca non ancora certificate. A conferma di un impegno sostenibile, per effetto della scelta di Findus, oltre il 25% dei volumi dell’intero mercato (pesce surgelato) sarà certificato MSC. Inoltre, grazie alla catena del freddo, che conserva intatte le proprietà nutritive, è garantita l’ottimizzazione delle risorse alimentari, in un’importante lotta allo spreco.