RETAIL

Uk, la pizza a scaffale è trendy

In Gran Bretagna aumentano le vendite nei supermercati di pizze refrigerate e surgelate. Merito del focus sull’innovazione, l’italianità e le proposte vegan. Ecco chi fa cosa tra i retailer

Conta su un giro d’affari che sfiora il miliardo di sterline e viene scelta da circa l’84% delle famiglie britanniche. Oltremanica, la pizza del supermercato resta un alimento popolare e trendy, che nel corso dell’ultimo anno ha registrato un incremento pari a 37 milioni di pezzi venduti. Secondo i dati Kantar, infatti, ben il 27,7% degli shopper ne acquista almeno una volta alla settimana, cioè l’1.9% in più rispetto ai 12 mesi precedenti. Protagonista del mercato è anzitutto la marca privata, che nel segmento della pizza refrigerata veicola circa l’88% della spesa, lasciando quindi poco spazio alle marche, a loro volta guidate da Pizza Express. C’è più equilibrio, invece, all’interno del congelato, dove la private label è attestata al 48%, sebbene mostri un rapido tasso di espansione. Nel complesso, a guidare la crescita del settore c’è la domanda di un sapore appagante, prioritario per il 64% degli acquirenti. Segue la praticità e velocità di preparazione, che rende questa pietanza ideale soprattutto per le famiglie con bambini piccoli, grazie anche a prodotti dedicati al target e una politica mirata di sconti.

Lievitano le novità

Se però in Gran Bretagna la pizza refrigerata e surgelata è sempre più di moda, nonostante l’aumento dei consumi fuori casa, ciò dipende in larga parte dalla spinta innovatrice che anima il settore. Durante il 2017, del resto, Kantar ha rilevato il lancio di 15 nuove gamme nel congelato e otto nel surgelato. Premium e benessere sono sicuramente i trend che vanno per la maggiore, così come il richiamo, non sempre pianamente veritiero, all’italianità. C’è poi il focus sulle basi alternative, le ricette internazionali e la tendenza a proporre la pizza a colazione. Oltre ovviamente al salutismo, come del resto avviene anche in Italia.

Il tricolore è protagonista

Tesco, Marks & Spencer e Aldi, per esempio, continuano a rinnovare i loro assortimenti puntando sull’appeal del made in Italy, nonché evidenziando la provenienza italica di alcuni ingredienti caratterizzanti, meglio se tutelati dai consorzi. Goodfella’s, tra i big del settore, lega invece il suo marchio Deli Di Lusso alla cottura su “pietra italiana”.

Arriva la pizza surgelata vegan

Per competere tuttavia con le principali catene di pizzerie, come Pizza Hu, industria e distribuzione scommettono sulle varianti vegetariane e vegane, sempre più richieste e apprezzate dalla clientela nel fuori casa. Ancora Goodfella’s, per esempio, proprio in questi giorni è impegnata a lanciare la prima pizza surgelata vegana del Regno Unito. Una specialità molto attesa, con falafel, peperoni rossi e spinaci.

© Riproduzione Riservata