Ortofrutta

IV gamma, il 2018 parte con il segno più

Consumi in crescita per gli ortofrutticoli nella prima metà del 2018: +5,2% a volume e +4,5% a valore. Il trend positivo è dovuto all’allargamento del parco acquirenti

Dopo un 2017 chiuso in crescita, anche i primi sei mesi del 2018 vedono una forte incremento dei consumi di prodotti ortofrutticoli di IV gamma. Secondo rilevazioni Nielsen, infatti, rispetto a giugno 2017 la crescita nelle vendite è stata pari al +5,2% a volume e al +4,5% a valore. Il mese di giugno 2018 ha addirittura segnato +7,6% a valore e +11% a volume rispetto a giugno 2017. Il successo si deve in primo luogo dalla crescita del parco acquirenti. Secondo i dati aggiornati al 17 giugno 2018, infatti, il numero di famiglie che acquistano prodotti di IV gamma è aumentato di circa 300mila unità, toccando quota 19,6 milioni.

IV gamma-preparazione-ortofrutta

IV GAMMA SEMPRE PIÙ APPREZZATA DAI CONSUMATORI

Il costante incremento del numero di famiglie che acquistano i prodotti di IV gamma è un segnale molto importante per tutto il settore” – commenta Gianfranco D’Amico, Presidente di AIIPA IV Gamma. “I dati attestano un atteggiamento di apprezzamento e fiducia da parte del consumatore nei confronti dei prodotti di IV gamma, reso ancora più significativo dall’aumento della frequenza d’acquisto”. Del resto i numerosi vantaggi offerti da questi prodotti non si discutono: freschi e pronti per il consumo, non necessitano di ulteriori lavaggi domestici e, dal punto di vista nutrizionale, sono del tutto equiparabili agli ortaggi di prima gamma.

verdure in busta-IV gamma

TIME FOR MONEY

Come ha dimostrato la recente ricerca “Il posizionamento dei prodotti vegetali freschi e pronti all’uso nella distribuzione moderna” – curata dalla Facoltà di Economia e Giurisprudenza dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza – è confermato il nesso tra l’aumento nella quota di famiglie che acquista stabilmente i prodotti di IV gamma e la maturazione di un atteggiamento “time for money” nei consumatori. Questi ultimi non solo privilegiano le proposte a maggior contenuto di servizio, ma riconoscono anche che l’offerta in assortimento sta migliorando, rendendo disponibili sullo scaffale prodotti che alla varietà e completezza uniscono formati e packaging comodi e pratici.