RETAIL

Il futuro del food retail punta su fresco e leva dei prezzi

Le vendite nel food grocery tradizionale negli USA sono scese dell'1,1% nel 2018, e il numero di ipermercati è calato del 5,1%. Il canale non tradizionale ormai controlla il 40% del mercato

La più recente ricerca Inmar ha scoperto che i grocer tradizionali, tuttora i più frequentati negli Stati Uniti, hanno visto scendere drasticamente la loro quota di mercato dal picco del 90% raggiunto nel 2017. Questo genere di negozi sta perdendo sempre più terreno a favore di super e iper come Walmart, Target e Costco, o discounter come Dollar General.

Gli store dedicati al fresco restano praticamente l’unica eccezione positiva nel canale tradizionale. Questa categoria ha visto infatti un costante aumento delle vendite nel 2018, con una crescita del 3,6% – a 30,7 miliardi di dollari. Il numero di questi esercizi è aumentato del 3,4%, così come la loro quota di mercato.

PICCOLO È (SEMPRE PIÙ) BELLO

Il formato “piccolo” di Kroger, Fresh Eats MKT, al pari di Star Market di Albertsons, Fast & Fresh di Hy-Vee e Giant Heirloom, offre ai consumatori una maggiore convenienza con servizi come cibi sfusi, piatti pronti, punti di ristoro e un più ampio assortimento di prodotti del comparto fresco. I negozi tradizionali stanno guardando sempre più a questi format per adattarsi ai cambiamenti del mercato, e modificare un modello che funzionava bene in passato ma ora inizia a cedere il passo.

fresco

FRESCO, RISPARMIO E QUALITÀ: I DRIVER DEL SUCCESSO

I discount continuano a riscuotere successo tra i format non tradizionali. Secondo Inmar, le vendite sono cresciute del 5,7% nel 2018 e la quota di mercato è salita del 3,4%. Dollar General è un esempio lampante di questo successo. Nel 2018, l’azienda ha registrato il suo 29esimo anno consecutivo di crescita – un risultato mai eguagliato da alcun grande grocer statunitense. Combinando convenienza e prezzi bassi, Dollar General è diventata la più grande catena di vendita al dettaglio degli Stati Uniti per numero di negozi, e secondo il suo Ceo continuerà a crescere. Secondo un recente studio, la qualità di frutta e verdura nei discount è pari a quella degli alimentari tradizionali, benché meno costosa. Questi elementi fanno sì che i discounter continuino a rosicchiare quote di mercato ai grocer tradizionali.

LE VENDITE ONLINE NON ATTIRANO SOLO I GIOVANI

Non sorprende che con l’aumento generalizzato delle vendite il commercio online stia continuando a guadagnare terreno. Da un lato i retailer più tradizionali stanno implementando l’e-commerce, dall’altro un maggior numero di acquirenti sta familiarizzando con il canale. Una ricerca pubblicata lo scorso agosto ha scoperto che non si tratta solo di Millennial e consumatori della Generazione Z: il 60% degli appartenenti alla Generazione X e dei Baby boomer intervistati hanno ordinato generi alimentari online per la consegna a domicilio.

STRATEGIE PER IL FUTURO

Mentre la categoria degli store non tradizionali è in crescita negli Stati Uniti, le vendite e il numero di grocer nel complesso sono in calo. E le recenti fusioni non hanno ancora favorito il comparto. Accordi come quello tra Kroger e Walgreens potrebbero aiutare il grocery a cambiare rotta, ma solo se i retailer renderanno più economica la loro offerta alimentare attirando più clienti.

© Riproduzione Riservata