Dolciario

Merendine, un must per 31 milioni di italiani

E’ ancora apprezzatissimo questo alimento tipico del nostro Paese, che ha saputo migliorarsi nel tempo dal punto di vista nutrizionale mantenendo la posizione sulle tavole della prima colazione

Le merendine piacciono ancora, e non solo ai bambini. A rivelarlo è una recente indagine Doxa – Unione Italiana Food (l’associazione che riunisce Aidepi e Aiipa) che svela come questo tipico alimento italiano sia scelto da 31 milioni di italiani: il 66%, infatti, è stato consumatore di merendine da bambino e il 59% lo è ancora oggi, optando per questa soluzione due volte a settimana.

Gli adulti, inoltre, mangiano le stesse merendine dei propri bambini in sei famiglie italiane su dieci (60%), mentre quasi una famiglia su due (40%) mangia merendine diverse, soprattutto in presenza di bambini più piccoli (2-5 anni). I Millennial sono i maggiori estimatori delle merendine: secondo la ricerca il 70% di loro le consuma. I 35-54enni le scelgono una-due volte a settimana, mentre la frequenza scende tra gli over 65 (32%).

MERENDINE, PERCHÉ?

Un altro dato interessante che emerge dall’indagine è relativo alle motivazioni del consumo adulto. Innanzitutto sono scelte per la praticità (59%) e il gusto (34%), ma 6 milioni di italiani (19%) continuano a consumare le merendine perché sono migliorate nel profilo nutrizionale e perché hanno saputo innovarsi.

L’industria del settore infatti, attraverso un lungo lavoro di miglioramento degli ingredienti e delle ricette, ha saputo ribaltare il percepito negativo che da decenni accompagnava la categoria. Negli ultimi dieci anni è stato ridotto il consumo di zuccheri (-30%), grassi saturi (-20%) e calorie (-21%) e oggi una merendina italiana pesa 34g e contiene in media 2g di grassi saturi, 9g di zuccheri e 136 kcal. In pratica, meno della metà dei grassi saturi e degli zuccheri di una merendina inglese e tre volte meno grassi saturi e zuccheri di quella americana (Fonte: Foodedu) .

LA MADELEINE DI PROUST

Quanto ai driver d’acquisto, vale la pena ricordare che più di 3 milioni di italiani scelgono le merendine perché ricordano loro l’infanzia. Da piccoli, le motivazioni del consumo erano ovviamente diverse: la bontà e il gusto (48%), le sorprese contenute nelle confezioni (28%), la praticità e la porzionatura (25%), e l’aspetto di novità (23%).

© Riproduzione Riservata